informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Cos’è la nutrigenomica: una definizione

Commenti disabilitati su Cos’è la nutrigenomica: una definizione Studiare a Cosenza

Hai digitato on line la domanda cos’è la nutrigenomica? Si tratta della scienza che studia le correlazioni esistenti tra alimentazione e DNA umano. Possiamo cioè definirla come la genomica della nutrizione, il cui compito è indagare sugli effetti degli alimenti in correlazione ai geni di ciascun essere umano.

Se l’argomento ti interessa dal punto di vista professionale e ti piacerebbe approfondire, puoi dare un’occhiata al piano di studi dei master Unicusano dedicati all’area genetica e nutrizionale.

Nutrigenomica definizione: piccola guida

La nutrigenomica è una scienza relativamente nuova, che ha destato molto interesse soprattutto negli ultimi quindici anni. Per rispondere in maniera semplice alla domanda “cos’è la nutrigenomica?” dobbiamo partire dall’assunto di base di questa scienza. Secondo questa branca medica, infatti, ogni persona reagisce in maniera diversa agli alimenti che ingerisce. Le differenze tra le varie reazioni dipendono proprio dai codici genetici.

Questo significa che una stessa dieta alimentare seguita da due persone diverse dà vita a risultati differenti. Tutto dipende dal DNA, vale a dire da quel codice a cui è legata la vita degli esseri umani.

La nutrigenomica è suddivisa in tre branche:

  • genetica della nutrizione o nutrigenetica
  • epigenetica della nutrizione
  • ingegneria della nutrizione

La nutrigenetica si occupa dello studio delle reazioni negative derivanti dall’ingestione degli alimenti. Cosa significa? Questa branca indaga su effetti come le allergie e le intolleranze.

L’epigenetica della nutrizione, invece, studia come la dieta influenza le funzioni vitali e il metabolismo. Infine, l’ingegneria della nutrizione usa i risultati della nutrigenomica per costruire dei piani alimentari unici. Questi ultimi cioè vengono realizzati su misura del singolo individuo a cui sono destinati.

Nutrigenomica: a cosa serve?

Alla domanda cos’è la nutrigenomica si può rispondere anche illustrando il suo impatto sulla salute di noi esseri umani. È vero si tratta di una scienza sperimentale, ma i risultati raggiunti fino a ora sono molto interessanti.

Gli studi di nutrigenomica sono indirizzati a curare malattie come il cancro e a migliorare il modo in cui noi esseri umani assimiliamo i nutrienti. L’obiettivo è prevenire l’insorgenza di malattie gravi e favorire un migliore processo di invecchiamento.

La nutrigenomica si basa su cinque assunti di partenza:

  • alcuni geni, responsabili della risposta del corpo umano all’assunzione degli alimenti, hanno un ruolo chiave nell’insorgenza e nella progressione di patologie croniche. 
  • la modalità in cui la dieta influenza lo stato di salute degli esseri umani dipende dal corredo genetico di ciascun individuo
  • i componenti chimici contenuti negli alimenti e assunti con la dieta possono agire/modificare il genoma umano
  • il regime alimentare può rappresentare un fattore di rischio importante per l’insorgenza di alcune patologie. Ovviamente, questo assunto è valido in determinate circostante e per determinati individui
  • gli interventi sul regime alimentare basati sulla nutrizione personalizzata, che tiene conto del patrimonio genetico, possono prevenire, alleviare o curare patologie croniche

Nel caso dell’obesità, per esempio, sono stati individuati circa venti geni associati al rischio del sovrappeso. Uno di questi è il gene FTO. Cosa significa? Le persone identificate come portatori di una variante in questo gene corrono un rischio maggiore di obesità. Questa tendenza, però, può essere ridotta con l’attività fisica e un appropriato regime alimentare.

Nutrigenomica e patologie

È evidente che la nutrigenomica è importante per la prevenzione, il controllo e il trattamento di una serie di patologie correlate all’assunzione cronica di alimenti specifici. Qui di seguito, puoi trovare un piccolo elenco delle patologie su cui si può intervenire in maniera positiva con la nutrigenomica:

  • diabete
  • tumori
  • ipertensione
  • aterosclerosi

Si tratta, infatti, di patologie che presentano una forte correlazione con l’apporto calorico e i livelli di vitamine, grassi e carboidrati assorbiti con la dieta.

Le ricerche sul morbo di Alzheimer

Sicuramente la domanda cos’è la nutrigenomica è associata spesso a una malattia invalidante come il morbo di Alzheimer.  Alcuni studi sperimentali hanno dimostrato come la curcumina, un componente del curry, sia di aiuto nella protezione dei neuroni attaccati dal morbo e soggetti a una progressiva morte e degenerazione.

Non si tratta dell’unico studio su questa malattia. Altre ricerche hanno dimostrato come un composto della cannella, denominato Ceppt, rallenti lo sviluppo della malattia. La ricerca è stata condotta da un gruppo di scienziati di Tel Aviv su dei topi modificati geneticamente.  Entrambi questi studi dimostrano l’assunto della nutrigenomica secondo cui gli alimenti possono agire sullo sviluppo e sulla cura delle patologie.

I vari studi di nutrigenomica condotti negli anni hanno individuato una serie di alimenti che permettono al nostro DNA di lavorare meglio. La lista include i legumi, i cereali integrali, la frutta, la verdura, i semi naturali, la frutta secca, le carni magre, le uova, l’olio extravergine di oliva e il pesce pescato in mare. Insomma, per stare meglio dobbiamo favorire la corretta armonia tra alimentazione e geni, cercando di scegliere cibi naturali e non sottoposti a una eccessiva lavorazione industriale.

Cosa ne pensi: la nutrigenomica ti affascina? Approfondirai con un percorso universitario?

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali